Dopo una lunga pausa riparte il blog che vi aggiorna sulle bellezze della Perla del Danubio - a cura di Ajace68 e Rosita



mercoledì 15 agosto 2012

Il Giardino della Filosofia

La parte settentrionale della collina Gellért è la meno nota ai turisti, ma anche se priva di cose di altissimo valore storico e culturale, può sorprendere per alcune chicche che possono valere una passeggiata.
Parliamo delle pendici della collina che si affacciano verso la Collina di Buda ed è costeggiata dalla strada che porta alla Citadella con l'autobus (Sánc utca).

Qui c'è un piccolo pianoro, limitato dalle strade Sánc utca, Orom utca e Hegyalja út, dove si può ammirare una composizione di statue detta Giradino della Filosofia, creato da Nándor Wagner nel 2001, che rappresenta quegli uomini (di diversa cultura e religione) che in qualche modo hanno cambiato il mondo con il loro pensiero.
Parlare di "filosofia" probabilmente è leggermente fuorviante, perchè le persone rappresentate sono Abramo, Ekhnaton, Lao Ce, Budda, Gesù Cristo, Bodhi Dharma, San Francesco d'Assisi, Mahatma Gandhi. Sono rappresentati intorno ad una piccola vasca come se stessero a discutere del significato della vita.
Pur non essendo antica, è una composizione che non manca di attirare la curiosità di chi la guarda.


Al di sotto di questa collinetta c'è il vecchio serbatoio dell'acqua di Budapest, della capacità di oltre 127.000 metri cubi d'acqua e costruito nel 1904. Il suo ingresso si trova sulla parte della collina che si affaccia sul Danubio.
da marzo ad ottobre, il mercoledì e il sabato è possibile visitarne gratuitamente l'interno, dietro il rigido controllo di una guida e anche questo è uno spettacolo che può affascinare non poco.


Di fronte all'ingresso del serbatoio si trova un'altra scultura interessante, che rappresenta le città di Buda e Pest con sembianze umane nell'atto di incontrarsi, seppur separati dal Danubio.
Buda è rappresentata da un re e Pest come una bella donna e ai loro piedi le due città rappresentate in maniera schematica, ma che rende possibile riconoscere i punti e le costruzioni più note della città.


Da questo lato il panorama, pur non essendo affascinante e mozzafiato come quello che si vede dalla cima della collina, vale sicuramente uno sguardo attento.

Per raggiungere questa collinetta, si può prendere uno degli autobus 8, 112 o 239 da Astoria o Ferenciek tere, che dopo aver attraversato il Ponte Elisabetta porta alla base della collina (fermata "Sánc utca").
Da qui si sale a piedi proprio per Sánc utca e si trova a sinistra la nostra destinazione.

Nessun commento:

Posta un commento